La mia attività clinica

Grazie al lavoro svolto nel Centro di Salute Mentale di Chieti, entro in contatto con molte persone, ognuna delle quali porta con sè la sua particolare sofferenza, che emerge attraverso molteplici sintomi (anoressia-bulimia, depressione e sensazione di vuoto esistenziale, disagio giovanile, disturbi del pensiero, ossessioni, attacchi di panico, maniacalità, disturbi della sessualità, dipendenze, disturbi della personalità). 

L'esperienza in Jonas contribuisce significativamente alla mia crescita professionale. Continuo ad entrare in contatto con molte persone e il loro disagio, facendo spazio al loro desiderio di mettersi a lavoro sulle proprie questioni a tariffe per loro sostenibili: è tra i principi di Jonas, infatti, rendere il costo del percorso a orientamento psicoanalitico accessibile a tutti. Pertanto il costo delle sedute viene stabilito in sede di colloquio tenendo conto delle possibilità di ciascuno.
Nello stesso studio, ricevo anche privatamente, applicando gli stessi principi di sostenibilità del percorso.


Svolgo la mia pratica clinica sia individualmente - analisi della domanda, conduzione dei colloqui clinici individuali, di coppia, con adulti e minori - sia avvalendomi di collaborazioni con altri professionisti in caso di necessità (psichiatra, nutrizionista, pediatra, ginecologa e andrologo, logopedista, assistente sociale). Nel caso il paziente abbia già una di queste (o altre) figure di riferimento, sarà mia cura mettermi in contatto con loro per una presa in carico globale e un lavoro integrato tra le diverse professionalità.

„La Psicoanalisi è un'occasione, l'occasione di scoprire la propria miniera“

Di cosa mi occupo

Disturbi del pensiero

Possono comparire come idee bizzarre o come convinzioni più ampie e strutturate, tendono a trovare un senso nella realtà che tuttavia risulta non convenzionale. Per questo ingenuamente saremmo portati a contraddire chi ha questi sintomi, tentando inutilmente di convincerli di un senso ‘più giusto’. Un approccio specialistico, in questi casi, risulta fondamentale per evitare che i sintomi vadano incontro a peggioramento o cronicizzazione. 

Entra

Ossessioni

‘È più forte di me!’ è la frase che spesso si ascolta quando un’idea si trasforma in una fissazione o in un’azione a cui non si riesce a non pensare, che non si riesce a non mettere in atto. Spesso si è consapevoli che l’idea non corrisponde al vero, eppure si è perennemente preoccupati, si ha necessità di controllare e ricontrollare. L’idea o l’azione risulta invadente eppure è irrinunciabile nel momento in cui si presenta, rendendo vano ogni tentativo di opposizione consapevole. Il lavoro clinico mira a esplorare le cause di questi sintomi, per evitare uno spostamento infinito su idee e azioni sempre differenti.

Entra

Maniacalità

Il tono dell'umore varia nel tempo. Ogni persona può attraversare periodi in cui vive un certo equilibrio, altri periodi in cui si sente triste o depressa ed altri ancora in cui si sente allegra o euforica. Per questo la maniacalità è insidiosa. Spesso si presenta come una riscoperta vitalità positiva: l’umore è improvvisamente elevato e sembra di avere molta più energia del solito che consente di mettere facilmente in moto progetti e attività. Tuttavia, ben presto l’umore, l’energia, l’euforia sconfinano nell’eccesso, precipitando la persona in attività afinalistiche, caotiche e disorganizzate.

Entra

Disturbi della personalità

Qualsiasi sia lo specifico sintomo sviluppato, quando esso viene ad articolarsi in modo resistente ed inflessibile con tutto il funzionamento della persona, possiamo dire che la personalità ne risulta complessivamente irrigidita. Al centro dell’esplorazione clinica è l’articolazione sintomatica particolare, che costituisce sempre il nodo sul quale agire.

Entra

Disturbi della sessualità

Impotenza, eiaculazione precoce o ritardata, perdita del desiderio sessuale, sono solo alcune delle manifestazioni sintomatiche dirette che aiutano la persona a segnalare che esiste un problema di natura libidico-pulsionale, di cui il sintomo è in realtà solo la punta visibile dell’iceberg. Prestare un ascolto specialistico a queste problematiche consente non solo di risolvere la parte visibile, ma di esplorare l’intera articolazione che ha portato a sviluppare tale problematica.

Entra

Anoressia - bulimia

Anoressia e bulimia rappresentano la manifestazione visibile di una profonda sofferenza . Non si tratta di semplici disturbi dell’appetito ma di un malessere interiore che sconvolge il rapporto col proprio corpo e col proprio mondo affettivo.

Entra

Ansia e attacchi di panico

Il panico è un fulmine a ciel sereno. Coincide con il collasso della propria identità. Il cuore batte forte, la sudorazione è alterata, il respiro si fa affannoso. Improvvisamente e senza motivo ci si sente in pericolo. La crisi, pur senza parole, viene a dire al soggetto che l’equilibrio raggiunto non è adeguato, che qualcosa del proprio desiderio evidentemente è schiacciato e non ha spazio vitale.

Entra

Depressione

Cosa vuole dire essere depressi? La depressione rappresenta un’involuzione soggettiva, un’introflessione e un ripiego, con cui il soggetto esprime l’impossibilità di attraversare lutti e perdite e l’incapacità di elaborare in senso simbolico tali esperienze. Il lutto riguarda  in generale l’incontro con qualcosa di nuovo che sostituisce il passato, richiede un adattamento e l’accettazione del cambiamento. La difficoltà nel separarsi da vecchie immagini di sé e la difficoltà nell’accettare una dimensione psicologica rinnovata e diversa, può scatenare il fenomeno della depressione.

Entra

Dipendenze patologiche

La dipendenza patologica poggia sulla pretesa di fare a meno dell’Altro e degli altri, rinchiude l’individuo in un legame solitario con un prodotto tossico, alcol o droga, o con una qualsiasi cosa che svolge la funzione di oggetto di consumo. Anche senza giungere al grado estremo della tossicomania, l’additivo diviene molto importante, e in sua assenza non si riescono più a fare le cose più semplici come: parlare con una ragazza, divertirsi serenamente, passare del tempo piacevole con gli amici.

Entra

Disagi dell'infanzia

Il disagio nell'infanzia si può manifestare in tanti modi. Oggi, quello che si incontra più di frequente è una difficoltà con il limite, esercitato con difficoltà dall'adulto del bambino. Si presentano spesso difficoltà di concentrazione, iperattività, angosce che sfociano spesso in attacchi di panico anche per i più piccoli.

Entra

Disagi legati all'adolescenza

Chi sono io? Questa è la domanda che emerge e rimbomba nell'adolescenza. Se fino a poco tempo prima, ci si definiva in relazione al proprio Altro, ora questa dipendenza inizia a dare fastidio, a creare disagio, ad essere 'troppa'. Ecco che si avvia il secondo processo fondamentale dell'umano: la separazione. Alla quale ogni essere umano è chiamato e nella quale ognuno 'fa come può'. 

Entra

Disagi della famiglia

La famiglia non è solo il luogo dove deve giocarsi l’incontro amorevole tra genitore e bambino, che possa fornire il piccolo d’uomo del sentimento della vita necessario ad andare avanti nel miglior modo possibile. Essa è anche lo spazio entro cui incontrare la differenza, la separazione, il no, che possano spingere il bambino, poi uomo o donna, a esplorare il mondo e a viverlo con desiderio e curiosità. Entrambi questi aspetti della famiglia possono risultare più o meno problematici da sostenere.

Entra

Supporto alla genitorialità

Freud diceva che fare il genitore è uno dei mestieri impossibili, proprio perché sono tanti gli ostacoli sul cammino che non lasciano mai la possibilità di predire quale sia il ‘giusto’ modo di affrontarlo. Supportare la genitorialità significa riservare uno spazio d’ascolto professionale per i genitori, per dirimere alcuni dubbi e fare un posto alla loro parola, all’interno della loro particolare esperienza.

Entra

Attività cliniche studio Psicologo Pescara

Prevenzione e sensibilizzazione

La mia attività si estende oltre l'attività clinica con i pazienti. Come psicologa lavoro anche all'ideazione e alla messa in opera di Progetti di intervento per la Prevenzione del disagio ...

leggi

Formazione

Incontro la psicoanalisi lacaniana fin dai primi anni di formazione in Psicologia (Università G. D'Annunzio di Chieti) grazie alla presenza di Franco Lolli...

Leggi

©2018 by Noemi Sisto - Psicologa ad orientamento psicoanalitico lacaniano.
Iscritta all'Albo degli Psicologi della regione Abruzzo n. 2602 Via Nicola Fabrizi, 161 - Pescara (PE) P.I. 01947240675 | Web Agency